Salta al contenuto

Tango della gelosia

Gelosia
Un tarlo che scava nella testa, rosicchia, perfora, invade. Si insinua, mette zizzania e cresce. La sua mole aumenta, si sviluppa, si allarga prendendo spazio.
E il dubbio si fa strada, pretestuoso, bastardo. Non da scampo alla mente provata, che deforma ogni pensiero.
Servono prove, ipotesi, luoghi del delitto.
Dove l’assassino tornerà, sicuro a recuperare la sua arma.
La gelosia è un tango, sensuale ,cadenzato da una musica suadente. Gli amanti duellano con gli occhi, fendenti arroventati, occhi saettanti
Bocche ardenti. E ‘ una lotta, un corpo a corpo chi avrà la meglio, vincerà la tenzone. Gli amanti avvinti con le bocche calde, sempre più vicine, gli occhi guerreggiano, combattono, poi si arrendono all’amore.

Pubblicato inAmore

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *