Salta al contenuto

Tempo prezioso

CONTAME IL TEMPO DEL CORONAVIRUS

Ora che abbiamo il tempo in abbondanza, usiamolo bene, facciamone capolavori da accantonare per momenti futuri.

Il tempo non si quantifica, si usa, si dedica, a volte si sciupa. Per ogni azione che facciamo pensiamo al tempo che ci occorre per farla, spesso ci scoraggiamo proprio perché richiede troppo tempo. In questi giorni il tempo non ci manca e tante attività che prima abbiamo rimandato ora le possiamo fare.

La mia cantina aspetta da tempo che io ci metta mano, ogni scaffale mi chiama senza voce, mi supplica di intervenire e fare ordine, sistemare, svecchiare.

Scatoloni-contenitori sussurrano il mio nome, mi ricordano anni passati, con le loro sigle numerate…Estate ’96, Inverno 2000.

Come corre il tempo e come si accumula attraverso gli oggetti che popolano il nostro mondo.

La memoria non è altro che tempo compresso, accumulato nella nostra mente, pronto a saltare fuori, a ricordarci altro tempo passato.

Nella confusione del riordino ritrovo oggetti, vestiti, libri che mi riportano indietro, in altri contesti, in luoghi che ho abitato.

Sono cartoline di passato, pillole di giorni lontani, fotografie sbiadite di un altra vita che ho vissuto e mi sono lasciata alle spalle. Intanto il tempo scorre, scarto mucchi di vestiti, scarpe,cianfrusaglie e lascio vagare i pensieri.

Questa parentesi di vita, al tempo del Corona virus, ci servirà anche a questo.

Metteremo ordine negli armadi, nelle cantine e anche nelle nostre vite.

Scopriremo il valore del tempo condiviso, la bellezza degli abbracci, la mancanza degli amici, la tristezza per chi ci ha lasciati, l’importanza di chi abbiamo accanto.

Sarà la preziosità di questo tempo anomalo, abbondante, vissuto al chiuso delle nostre case che ricorderemo con nostalgia?

O ne rimarremo segnate come una sospensione di relazioni?

Saremo diversi quando tutto finirà?

Io spero che saremo migliori.

nell’immagine: foto di Antonio Tafuro

125
Published inGenerale