Salta al contenuto

Una specie di dolore

Il tempo di un caffè,
sorseggiato pensando a te, quella tua tazzina con le tracce del rossetto, ma tu non ci sei.
Quella pioggia fitta mentre passano gli ombrelli , ma tu non ci sei.
Lei si gira e guarda , ha gli occhi come i tuoi apre il suo ombrello e scompare nella piazza. Tu sei nelle vetrine, seduta ai tavolini, indossi lingerie tra i manichini . Sei la star che sfila in limousine, la Miss a piedi nudi sui sampietrini , corpo di latex e tacco 12. Salto tra le pozzanghere dove mille piedi sono passati senza lasciare traccia.
Ho una fitta , mi sembra al cuore
È una specie di dolore, forse passerà ,
Mi dico e ancora piove.

Pubblicato inAmore

1 commento

  1. PierluigiDelPinto PierluigiDelPinto

    Mi è piaciuta molto. Anche la foto è perfetta nell’atmosfera rarefatta della storia. Brava Carla!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *