Salta al contenuto

Un’occasione unica

Sinossi
Può la mente di un innamorato elaborare in pochi secondi un piano per eliminare un concorrente in amore?
Sì, può farlo. Ma bisogna approfittare di un’occasione unica, irripetibile.

 

Questa mattina voglio fare una sorpresa a Clara. Lavora nella grande libreria in centro e so che sarà impegnata buona parte della mattinata per il collaudo del nuovo sistema di telecamere di sicurezza. Ci sono cinque sale, ognuna divisa per soggetto dei libri, e sorvegliarle tutte, sono solo in quattro di cui una fissa alla cassa, è veramente difficile. Io sarò di turno nel pomeriggio in officina a partire dalle due per cui ho tutto il tempo di aspettare e invitare Clara a pranzo per uno spuntino veloce. Voglio cogliere l’occasione per chiederle quali pensieri sembrano affollare la sua mente. Ultimamente la vedo meno calorosa del solito e la cosa mi preoccupa. Qualche volta, dopo il lavoro, sono passato a prenderla e in più di una occasione l’ho sorpresa a parlare con un certo Amedeo, un laureando in lettere, che si sofferma a cercare e leggere libri utili per la sua tesi. Mi ha sempre innervosito l’atteggiamento dei due: Clara rideva alle battute di Amedeo come faceva inizialmente con le mie. Ma ora non più.
Arrivato davanti alla libreria scrollo l’ombrello che mi ha riparato da una pioggia insistente: da ieri sera si è messa d’impegno a lavare la città. Entro e sento nella sala in fondo le ragazze della libreria che parlano con l’addetto alla sicurezza. Sta spiegando il funzionamento del sistema di telecamere.
La libreria, vista la pioggia, appare deserta. Decido di passare in una sala laterale per aspettare il momento opportuno per salutare Clara. Mentre passeggio guardando distrattamente gli scaffali “Fantascienza e Horror” vedo da lontano Amedeo. E’ seduto a sfogliare un libro, presumibilmente di letteratura. Mi prende uno scatto d’ira che reprimo a difficoltà. Cosa ci fa qui a quest’ora questo signorino? Sicuramente è venuto per stare con Clara e la scusa della sua tesi è la motivazione ufficiale. So da Clara, che raramente me ne ha parlato, che è figlio di un professore universitario. Quindi carriera assicurata e non come me che devo fare l’operaio per sopravvivere. Odio questi molluschi con i soldi in tasca che si trovano tutte le porte aperte. E poi perché viene qui in libreria avendo a disposizione la biblioteca dell’università in cui può trovare tutto quello che cerca? No, non trova tutto quello che cerca: non c’è Clara.
La mia mente elabora come un computer mille possibilità per intervenire a mio vantaggio. Ma niente sembra suggerire una mossa vincente. Con lui per i piedi non ho possibilità e il raffreddamento della relazione con Clara mi sembra il segnale d’allarme da non sottovalutare. Sono apparentemente solo in libreria con Amedeo, lì nell’altra sala. Sento sempre le ragazze della libreria che dibattono su come registrare e rivedere le riprese video. Da oggi pomeriggio la libreria sarà sorvegliata come il caveau di una banca. Un’occasione unica, se mi sbrigo, per eliminare questo verme. E’ pazzesco, lo so, ma non voglio perdere Clara. Mi avvicino in silenzio alle spalle di Amedeo. Con decisione gli afferro la testa e trac, con un colpo secco come da lezioni di arti marziali, gli spezzo il collo. Essere operaio ti dà una certa forza nelle braccia che difficilmente questi fighetta possono contrastare. Nessun rumore emesso, nessuno intorno a vedere. Il corpo di Amedeo è rimasto miracolosamente eretto e, da lontano, sembra continuare a leggere quello schifoso libro sulla letteratura del Rinascimento. Chissà cosa si può trovare di interessante in un libro del genere.
Ritorno sui miei passi e esco dalla libreria. Perché l’ho fatto? Era un’occasione unica, irripetibile. Devo pentirmi o posso considerarla come una buona azione per salvare il mio amore per Clara?
Mentre mi allontano sotto la pioggia sorrido tra me e me. Non mi ha visto nessuno, non ci sono testimoni.
Tra un’ora o due capiterò per caso in libreria e andrò a invitare Clara per uno spuntino veloce.

Alfio Calabretta – 3 Giugno 2024

Pubblicato inGenerale

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *