Salta al contenuto

Viaggiare

Se mi chiedessero cosa hai fatto nella vita, risponderei : Ho viaggiato.
Si ho viaggiato. Viaggiare è un’esperienza unica e irripetibile, puoi viaggiare stando fermo in una stanza, al calore che solo la tua casa sa donare, pensando alla tua vita. Oppure viaggiare per uscire da quelle mura che possono proteggere, ma a volte opprimere e sentire il fresco sulla pelle e i pensieri liberi. Viaggiare anelando evasioni che il quotidiano non ti offre, la routine uccide i desideri, sogniamo mete favolose, ma siamo noi stessi semplicemente seduti in riva al mare. Viaggiare per aprire e scoprire orizzonti, sul ciglio di una strada guardiamo un’insegna, un’edicola votiva particolari che attirano lo sguardo. Guardo le case, le geometrie delle finestre, la semplicità dei terrazzìni carichi di vasi fioriti. Immagino esistenze aldilà di quelle tende vaporose che si aprono su stanze che respirano attimi. Cammino tra le persone, mi sento attratta da uno sguardo che si sofferma incrociandolo. Perfetti sconosciuti che sorridono, sarà questo il linguaggio globale? Conosco il modo di vivere di altri paesi e città vivendo insieme a loro, seduti sulle panchine, entrando nei negozi, ascoltando i dialetti, prendendo al volo un modo di dire, lo scherzoso e confidenziale linguaggio scambiato tra due donne in bicicletta. Viaggiare tra i respiri dell’antichità, accarezzare i marmi che con fatica scolpirono artisti amanti della bellezza. Spalancare i pesanti portoni di chiese dove il tempo era preghiera e raccoglimento. Viaggiare è come amare, scoprire e riscoprire, tornare dove si è già camminato e trovare ancora vedute incantevoli, fianchi possenti di montagne, scorci dove il tempo e il sole hanno lasciato impronte,volti segnati dalla fatica, teste canute e occhi celestini, riflessioni meste e nenie che cullano le sere.

120
Published inLuoghi

Sii il primo a commentare