Salta al contenuto

Vorrei abbracciarve

APRILE 2020: LA PASQUA DI CONTAME

Vorei abbraccicavve forte forte

de vera fratellanza imbriacasse

Noi come L’aragoste ne le nasse

stamo reclusi p’ammazza’ la morte

ma nun ciabbatte la disperazione

che certamente la Risurezzione

ce da’ la forza pe’cambia’ la sorte

speriamo che capimo la lezzione

ch’er microbbo cia’ dato urtimamente

riproveremo sui peli quella brezza

antica e bbella : scambiasse ‘na carezza

e fa’le cose annanno lentamente

ridanno peso a ‘n fatto piccoletto

de salutasse dannose ‘n bacetto.

Bevemo poco er giusto poi magnamo

stamo rinchiusi dannose la mano.

nell’immagine: opera di Antonio Montariello “L’amore al tempo del colera”

137
Published inPoesia