Salta al contenuto

Zona rossa

Ti vengo a trovare alla solita ora
Attraversando la zona rossa , mi troverai tra le tegole seduto vicino al comigliolo, sono sulla dodicesima tegola cominciando da sinistra
Si è seduto accanto a me il solito gatto nero
Con l’occhio sinistro bordato di bianco
Miagola perché sente l’odore dell’acciuga che ho in tasca, è così affamato che mangerebbe la stoffa. Allora gli lancio l’acciuga che ingoia in un attimo, ne vorrebbe altre, almeno dieci e se ne va sconsolato. Arrivi tu col pigiama delle feste, hai il sorriso dei giorni migliori, tipo il capodanno del 2015 e in sintonia coi tempi sfoggi le unghie smaltate di rosso e la bocca laccata uguale.”Lo sai che è vietato vederci qui?” Mi provochi. Lo so benissimo e sono venuto apposta attraversando i tetti e rischiando come un eroe buono, anche di rotolare giù al minimo passo falso. Ma a me il rosso mi fa un effetto eccitante e quindi vedo rosso, tutto rosso. Anche tu sei rossa, sei rossa dalla testa ai piedi e devo farti mia, devo stenderti sulle tegole, anche se protesti e ti lamenti che ti fai male. Adesso sei più rossa che mai, sei diventata un’enorme mela rossa e mordendoti io ti avrò .

347
Published inFantasy

Sii il primo a commentare